Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

Generic selectors
Cerca il testo esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filtra per categorie
Commissioni
Comunicazioni alle scuole  
Concorso ordinario I e II grado
Dirigenti Scolastici  
Famiglie  
Gli altri segnalano  
Personale ATA  
Personale docente  
Studenti  

13° Certamen Varronianum Reatinum 2016. Rieti 20-21-22-23 aprile 2016. Iscrizioni entro il 21 marzo 2016

L’evento, organizzato dall’I.I.S. “M.T. Varrone” di Rieti con la Fondazione “Varrone” e l’Ass.ne ex alunni, si articolerà in due sezioni: classica e scientifica (storico-letteraria e tecnico-pratica).
Nota prot.n. 701/2016 e allegati

1) La Sezione classica, riservata agli alunni delle penultime e ultime classi dei Licei Classici, Scientifici e Pedagogico-linguistici nazionali, per la quale è prevista la traduzione dal latino di un passo tratto dalle opere di Varrone o di altro autore di prosa scientifica (Seneca Naturales quaestiones, Columella De re rustica, Plinio il Vecchio Naturalis historia).
2) La Sezione tecnico-scientifica, articolata in due distinte sottosezioni (Storico-letteraria e Tecnico-pratica), per ciascuna delle quali è previsto, rispettivamente, un lavoro, individuale o di gruppo, di carattere:
a) Storico-letterario, riservato agli alunni delle ultime due classi dei Licei Classici, Scientifici e Pedagogico-linguistici nazionali e a un massimo di 10 alunni (o gruppi) dei paesi dell’UE (che potranno redigere il testo nelle lingue indicate al punto 1). Il tema proposto per quest’anno è “Parodia di modelli letterari e riferimenti a vicende e problematiche dell’antica Roma nella satira menippea di Varrone, Seneca e Petronio”.
b) Tecnico-pratico, riservato agli alunni degli Istituti Tecnici e Professionali per l’Agricoltura e dei Licei Tecnologici nazionali e a un massimo di 10 alunni (o gruppi) dei paesi dell’UE (con le modalità precisate al punto 1). Il tema proposto per quest’anno è “L’olivo e i suoi prodotti: precettistica antica e tecnologie moderne”.

Data:
29 Gennaio 2016