DGR Comunica

Abstract_Zincone

Educazione alla cittadinanza e questo seminario

Giovanna Zincone

(Presidente FIERI – Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione, Osservatorio Nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri del Miur)

Sintesi: L’“educazione alla cittadinanza” che, nel percorso scolastico, si combina con l’insegnamento trasversale “competenze sociali e civiche” è un percorso educativo che viene da lontano e si nutre non solo della nostra carta costituzionale, ma di convenzioni internazionali in particolare la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea. L’educazione alla cittadinanza, in seguito a massicci flussi migratori, deve tener conto di una forte presenza di studenti di origine immigrata e del bisogno di offrire loro opportunità di integrazione. In questa attività la scuola può contare su la professionalità e la dedizione dei propri insegnanti e dirigenti, inoltre si avvale del supporto di attori esterni (non solo famiglie, ma associazioni,fondazioni etc.), ma deve pure affrontare un ambiente non sempre culturalmente e politicamente favorevole. Deve inoltre superare importanti ostacoli. Tra gli ostacoli sottolineerò lo scarso peso dato a questo insegnamento. Cercherò di dimostrare, invece, quanto questa attività sia fondamentale per contrastare alcuni importanti deficit italiani che incidono anche sulle nostre prestazioni economiche presenti e future: deficienze e squilibri sia di capitale umano (competenze), sia di capitale sociale (relazioni fruttuose diffuse e positive regole di convivenza). Metterò anche in evidenza il fatto che alcune pratiche adottate a scuola, come ad esempio la coesistenza con esperienze lavorative, l’istruzione impartita da compagni, l’aiuto reciproco tra famiglie possano trasmettere valori civici praticandoli e non solo insegnandoli: un buon lavoratore deve possedere molte delle virtù del buon cittadino; studenti e famiglie che cooperano praticano valori di solidarietà ben presenti nella nostra carta costituzionale. Purtroppo, però la nostra carta costituzionale, rispetto all’immigrazione non solo è invecchiata, ma ha fatto passi indietro, attribuendo una rappresentanza speciale anche a discendenti da un solo antenato emigrato all’estero e negando sia un rapido accesso alla cittadinanza ai minori nati o istruiti in Italia, sia la cittadinanza, quindi il voto politico ai lungo residenti.

Giovanna Zincone Dal 1990 al 2005 è stata Professoressa di Sociologia Politica presso l’Università di Torino, dal 1999 al 2001 ha presieduto la “Commissione per le politiche di integrazione degli immigrati”, nel 2001 ha fondato FIERI (Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione), istituto che tuttora presiede, nel 2004 è stata tra i fondatori di IMISCOE, di cui FIERI è stato il primo e a lungo il solo partner italiano. Dal 2006 al 2014 è stata La Consulente per la Coesione Sociale del Presidente Giorgio Napolitiano, (le competenze del suo ufficio comprendevano anche immigrazione e istruzione). Collabora a “La Stampa”.  

FIERI è un’organizzazione no-profit legalmente riconosciuta, che si propone di creare un ponte tra attività di ricerca, da una parte, decisori pubblici, operatori del sociale, media e opinione pubblica, dall’altra.

FIERI è una rete interdisciplinare, italiana e internazionale che ha come oggetto principale di ricerca i fenomeni migratori e l’inclusione delle comunità immigrate o di origine immigrata. Collaborano con FIERI sia docenti e ricercatori universitari, sia studiosi di comprovata competenza ed esperienza esterni al mondo accademico.

FIERI promuove ricerche comparate sia a livello internazionale, tra differenti sistemi politici, economici e sociali, sia a livello nazionale, tra diversi contesti locali, con una particolare attenzione alle politiche di immigrazione e per gli immigrati. Obiettivo principale è quello di fornire ai decisori pubblici e ai media una solida base di conoscenze empiriche sul fenomeno migratorio e sulle misure più adeguate ed efficaci per affrontarlo.